CANESTRELLI SENZA GLUTINE – ORIGINE ?

Pensi che mangiare senza glutine allontani per certi aspetti dalla tradizione gastronomica? Niente di più errato, se ci nutriamo scegliendo bene e con gusto: i “Canestrelli senza glutine”, ad esempio!

I CANESTRELLI SONO FAMOSI!

Questi buonissimi biscotti di pasta frolla, a forma di margherita e ricoperti di zucchero a velo, nascono in Liguria. Qui infatti sono famosi i “Canestrelli di Torriglia”, riconosciuti a livello nazionale come Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano (PAT).

PERCHE’ SI CHIAMANO COSI’?

L’Etimologia del nome ha 2 varianti:

  1. a) il nome deriva dal cesto di paglia o di vimini (“canestro”) nel quale si raffreddavano i biscotti

dopo la cottura;

  1. b) “canesterlè” è lo stampo a pinza in cui i frollini venivano cotti e da cui hanno preso nome.

 

QUANDO NASCONO?

Nel Medioevo i “Canestrelli” erano venduti al popolo, sui sagrati delle chiese o nei mercati, dalle gilde dei produttori di ostie.

Lo sai che in quel periodo, addirittura, i “Canestrelli” erano raffigurati nel “Genovino d’Oro”, coniato dalla Repubblica di Genova, come simbolo di abbondanza e di ricchezza?

 

CHI LI HA DIFFUSI?

Era il 1820 e la Signora Dondero, moglie del proprietario, li distribuisce nel locale di famiglia: il primo Bar Caffè di Torriglia.

La richiesta dei dolcetti aumentò via via e oggi i voluttuosi “Canestrelli” deliziano la nostra colazione o l’ora del tè con la loro morbida e fragrante dolcezza.

 

E SE MANGIO “GLUTEN FREE”? 

Il marchio “Senzaltro” riproduce i “Canestrelli” in maniera artigianale e del tutto priva di glutine: Tradizione, Salute e Bontà possono convivere benissimo.

canestrelli senza glutine

 

Gustali a volontà anche tu!